Cos’è la detrazioni d’ imposta per il coniuge a carico

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: god

Per detrazione d’ imposta per coniuge a carico si intende una effettiva detrazione rispetto all’ imposta dovuta, di una somma il cui ammontare dipende dal reddito e vedremo in seguito le misure effettive. Ciò significa che viene calcolata l’ imposta dovuta e dopo a questa cifra viene sottratta la somma indicata dalla legge e che quindi sarà una quota di tassa non dovuta. E’ da precisare che la detrazione è possibile anche per i figli a carico. Ritornando alla detrazione spettante per il coniuge, vediamo ora le condizioni. La normativa che regola le detrazioni è legge finanziaria del 2007. Può trattarsi di coniuge non legalmente ed effettivamente separato, da ciò consegue che, in caso di separazione tra coniugi, la detrazione non potrà essere applicata, anche se formalmente il vincolo matrimoniale ancora esiste fino al divorzio. Per beneficiare della detrazione occorre che il coniuge che si chiede di avere a carico, non denunci redditi superiori a 2.840, 51 euro, in questa quota non vanno considerati i redditi da pensioni, indennità, assegni corrisposti a invalidi civili, sordomuti e ciechi civili, mentre deve essere conteggiata la rendita per l’ abitazione principale. Per quanto riguarda la misura, questa è variabile. La prima quota è di 800 euro per coloro che hanno un reddito inferiore a 15.000 euro, tale somma viene ridotta per coloro che hanno un reddito superiore ed è pari a 690 euro per coloro che hanno un reddito tra i 15 000 e i 40.000 euro. Questa misura in realtà varia e sarà il commercialista di volta in volta a fare il calcolo sempre basato sul reddito. Oltre i 40.000 euro la detrazione è ancora più bassa. Detta così può sembrare un calcolo piuttosto difficile, ma in realtà, soprattutto per chi ha solo redditi da lavoro dipendente, diventa tutto più semplice. Ci sono due modalità per applicare la detrazione d’ imposta, può essere comunicata la situazione al datore di lavoro e allora questo provvederà ad applicare la detrazione periodicamente direttamente in busta paga e poi a fine anno effettuerà il conguaglio, oppure successivamente, in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi annuale attraverso la compilazione del ” modello unico” oppure del ” modello 730″. Io preferisco questa seconda soluzione perchè in questo modo nel caso in cui durante l’ anno lavorativo si dovesse perdere il diritto perchè ad esempio viene superata la quota di reddito pari a 2.840, 51, non si sarà costretti a rimborsare quanto ingiustamente risparmiato, anche se poi se si paga di più, nel senso che si versa l’ irpef, imposta sulle persone fisiche senza la detrazione in busta paga, per ottenere i rimborsi da parte dell’agenzia delle entrate occorrerà del tempo. E’ ovvio che il vantaggio principale è il risparmio sulle imposte da versare ed è sempre giusto approfittarne. Può sembrare complicato, ma in realtà basta recarsi in un qualunque centro caf, centro assistenza fiscale, e si potrà ricevere tutto l’ aiuto necessario e anche la compilazione gratuita della dichiarazione dei redditi e quindi l’ applicazione della detrazione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Cos’è la detrazioni d’ imposta per il coniuge a carico
 
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: da precisare che la detrazione è possibile anche per i figli a carico , Per beneficiare della detrazione occorre che il coniuge che si chiede di avere a carico, non denunci redditi superiori a 2.840

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: coniuge a carico detrazione del coniuge a carico modello 730

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cos’è la detrazioni d’ imposta per il coniuge a carico? Chiedi alla nostra Community.

 

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento